Osogna

Usogia, e Usognia nel 13. secolo: Osonia nel 1356, Oxogne nel 1450, Uxonia nel 1430, Usogna nel 1570.

Il comune di Osogna, non come comune politico sorto solo nell’Ottocento, è citato per la prima volta in un documento del 1299. Ciò non significa che sia sorto in quell’anno: probabilmente era preesistente. Osogna aveva già nel 1400 proprie leggi ed un amministratore particolare della giustizia.

Contrariamente a quanto si pensa, il capoluogo del distretto di Riviera è Osogna e non Biasca. Osogna è divenuta capoluogo di baliaggio nel 1573 e successivamente capoluogo di circolo e di distretto con la legge del 25 giugno 1803, tuttora in vigore. Tale designazione è ribadita nel decreto esecutivo del 3 febbraio 1803. Non è un caso che l’arma del distretto di Riviera coincide con il gonfalone del Comune di Osogna.

In data 20 novembre 1990, il Consiglio di Stato, ha confermato dopo approfondimento giuridico che in effetti è Osogna il capoluogo del distretto della Riviera e pertanto ha deciso che il Sindaco di Osogna sarà invitato alle manifestazioni ufficiali e inserito nel regolamento del protocollo cantonale.

Osogna, si trova sulla riva sinistra del fiume Ticino, immediatamente a sud di Biasca, è condizionata nel bene e nel male, dalla sua posizione geografica: d’un canto, la sua posizione fra i due principali poli d’attrazione di Biasca e Bellinzona crea dei presupposti favorevoli affinché il comune continui a giocare il ruolo di area a vocazione residenziale; d’altro canto però le pressioni negative generate dal forte carico delle vie di transito su un territorio esiguo pongono problemi non indifferenti alle autorità comunali, costrette a cimentarsi, da anni, con la ricerca di soluzioni, che, senza compromettere le dinamiche interne di una comunità in espansione, salvaguardino le prioritarie esigenze legate alla qualità di vita.

 

 

 

[fonte immagini: sito internet Comune di Osogna – www.osogna.ch]